DUE GIUGNO: MANIFESTAZIONE AL VALANTAIN CONTRO LA ‘NDRANGHETA

http://www.ammazzatecitutti.org/forum


RIPORTIAMO IL LANCIO DI UNA IMPORTANTE INIZIATIVA REALIZZATA DAL COORDINAMENTO "AMMAZZATECITUTTI", CHE FACCIAMO NOSTRA ESPRIMEDO TUTTA LA NOSTRA SOLIDARIETA' AI GESTORI DEL RISTORANTE VALANTAI.

‘NDRANGHETA Solidarietà per i giovani gestori del Valantaine Raduno del forum ammazzatecitutti al Valantain.
Chi non ha sentito parlare del VALANTAIN?È un ristorante di S. Trada, a Villa San Giovanni i cui gestori, i giovanissimi fratelli Mazza (di 20 e 23 anni) si sono rifiutati di pagare il pizzo ed hanno denunciato la cosa ai mass media ed ai carabinieri.È un locale che i ragazzi hanno preso in affitto e ristrutturato in un luogo bellissimo con una splendida veduta sul mare ma, poco dopo aver avviato l’attività, nel novembre del 2004 sono arrivate, puntualmente, le prime intimidazioni con le richieste di denaro. I fratelli Mazza non hanno tollerato che la ‘ndrangheta affermasse con prepotenza il proprio potere arrogante. Si sono ribellati alla violenza mafiosa denunciando il tutto ai carabinieri e da allora sono stati sistematicamente, insieme ai genitori, oggetto intimidazioni da parte della 'ndrangheta: lettere minatorie, taglieggiamenti, bottiglie incendiarie, etc. Tra gli episodi più eclatanti va ricordato che nel febbraio dello scorso anno hanno ricevuto per posta tre cartucce da fucile già esplose insieme ad una lettera dal contenuto intimidatorio; alla fine di ottobre 2005, poi, mentre gli ultimi clienti stavano per andar via, si sono accorti che all'interno dello sgabuzzino del locale c’era un forte odore di liquido infiammabile che aveva già saturato la stanza: è stata evitata una tragedia per miracolo.Un susseguirsi di atti intimidatori ed attentati che hanno messo letteralmente ed inesorabilmente in ginocchio l’attività. I clienti, per paura di ritorsioni, hanno smesso di frequentare il locale e più o meno,verso la fine di dicembre scorso (2005) dopo l’ennesimo atto di intimidazione (un plico simile ad un ordigno, riposto dietro un finestrone del locale e il taglio di diversi rami di una bellissima palma posta all'ingresso del locale ed accuratamente riposti in un angolo del giardino di pertinenza del ristorante) sono stati costretti a chiudere (almeno per il momento) il ristorante.Oggi, alla difficoltà di riaprire il ristorante e a quella di far fronte agli ingenti problemi economici che l'evolversi della vicenda ha comportato, si aggiunge il fatto che le minacce non sono cessate, come testimonia quanto accaduto pochi giorni fa: sulla loro auto è stato rinvenuto il disegno di tre croci ed una bara … e due giorni dopo è arrivata loro una nuova lettera minatoria …Sono mesi che non vivono più … La nostra condanna alla ‘ndrangheta non può essere, ancora una volta, che dura, anzi durissima.Lo Stato deve reagire realmente, deve intervenire con urgenza, deve garantire il diritto al lavoro e la libertà di impresa, deve essere effettivamente presente e deve essere a fianco dei cittadini onesti che non devono e non possono essere lasciati soli.Ho fatto un sogno, ci ha scritto Anna Mazza, ho sognato che venivate tutti ed eravate veramente tanti su al mio locale, e ognuno di noi attaccava una sua foto tessera sulle vetrate del locale...poi ci tingevamo le mani d'inchiostro e lasciavamo sui muri le nostre impronte con la firma in parte...quando stamattina ho realizzato , ho capito che non era poi una così cattiva idea.. e se ci organizzassimo. .potrebbe essere perfetto...sarebbe un modo per far capire ai bastardi che il mio locale.. non è stato fatto per loro, ma per le persone per bene.. per i ragazzi calabresi...per la nuova generazione che GRIDA NO! NON TI PAGO IL PIZZO E NON TI FACCIO ENTRARE NEL MIO LOCALE!!!………. Io vorrei lanciarvela così...ma credo spero sia una buona idea...fare il nostro incontro il 2 giugno...è festa una festa particolare, quella della Repubblica e il lavoro è uno dei diritti inviolabili sanciti dalla nostra costituzione………. Sarebbe bello avevi tutti lì per lasciare un impronta per purificare un luogo che è stato profanato...lasceremo sui muri le nostre impronte, simbolo che quelle mura sono state tirate su dall'onesta' e dalla purezza, lasceremo lì le nostre foto, perchè in tanti vedano che i ragazzi calabresi che gridano no alla ndrangheta no alla mafia hanno un viso, hanno una testa...quel posto conserverà per sempre il ricordi di tutti i nostri sacrifici...ma diventerebbe grande custodire anche il ricordo di tutti noi insieme...L’APPELLO DI ANNA MAZZA È STATO ACCOLTO ED IL 2 GIUGNO IL RADUNO DEL FORUM SI TERRÀ AL VALANTAINPER URLARE CON RABBIA IL NOSTRO NO ALLA MAFIAPER TESTIMONIARE VICINANZA E SOLIDARIETÀ PER NON ACCETTARE IL SILENZIOPER ESSERE PRESENTI LÀ DOVE LA ‘NDRANGHETA VUOL FAR MORIRE LA SPERANZAPER REALIZZARE IL SOGNO DI ANNA MAZZA E DELLA SUA FAMIGLIA (non bisogna mai uccidere i sogni e la speranza)Si invitano tutti i partecipanti al forum di dare la massima divulgazione a questo appello in modo da essere numerosissimi il 2 giugno al Valantain.In particolare si invitano tutti quelli che hanno un blog o un sito a pubblicizzare l’iniziativa per darle la massima diffusione e raccogliere un più ampio numero di adesioni e di presenze alla manifestazione.Si invitano, inoltre, tutti gli studenti che partecipano al forum ad impegnarsi attivamente per far partecipare anche il proprio istituto.
FACCIAMO RETE: L’UNIONE FA LA FORZA! IL DUE GIUGNO RADUNO AL VALANTAIN PER DIRE NO ALLA ‘NDRANGHETA PARTECIPIAMO TUTTI NUMEROSISSIMI!

Commenti