L'Occidente e i suoi "valori"

(Le foto di corpi carbonizzati a Beirut, la prova che Israele usa fosforo bianco e altre armi vietate. Da effedieffe.com)

È in atto una gara in Occidente, tra chi è il più bravo nel difendere i nostri "valori". Difenderli da cosa? Dall'attacco del terrorismo islamico. Anzi (a qualcuno scappa di dire): dall'attacco dell'Islam, così tout court.
Comunque, gara a parte, su un punto tutti questi sedicenti difensori del Sol Ponente sono concordi: bisogna rimanere al fianco di Israele nella questione mediorientale.

Da cristiano non credo nell'esistenza di "popoli eletti" (fu proprio Cristo a stabilire una Nuova Alleanza tra Dio e OGNI popolo della terra), e ugualmente non credo che Gesù fosse solo "un profeta", sebbene uno dei più importanti e colui che tornerà sulla terra quando arriverà la fine dei tempi (questa la fede degli islamici).
Giusto per riassumere in pillole la mia fede e la mia teologia, ovviamente diversa da quella ebraica e da quella musulmana.

In condizioni di pace e fratellanza, non avrei bisogno di "scegliere" quale di queste due altre religioni sia la più compatibile con la mia, o la meno incompatibile.
Ma giacché di pace e fratellanza di questi tempi non ce n'è più abbastanza per i miei gusti, e ritengo che la posizione equidistante del Vaticano sia troppo debole ed inefficace, mi tocca "schierarmi" e gareggiare anch'io per difendere alcuni dei valori fondanti dell'Occidente, storicamente presenti nel Sud Italia ed affrontati da tanti filosofi napolitani: sto con chi accoglie gli insegnamenti di Cristo, e non ha bisogno di ergere muri per "garantirsi pace e sicurezza".

Agli ebrei israeliani, sgomenti come me per quest'agghiacciante guerra dei forti arroganti contro i deboli disperati, mi permetto di rivolgere quest'appello: per amor di Dio, abbandonate l'idea diabolica di avere uno Stato sionista in Palestina, e chi di voi dovesse diventare mio vicino, lo accoglierò con grande affetto.

Infine, rivolgo al Signore la preghiera tradizionale cristiana Oremus pro perfidis judaeis, timidamente cancellata dal Concilio Vaticano Secondo perchè giudicata ingiustamente "antisemita":

Preghiamo per gli ebrei spergiuri
che il Signore nostro Dio tolga loro il velo dal cuore,
affinchè possano anch'essi comprendere la luce della tua verità,
che è il Signore Gesù,
e possano essere liberati dalla loro tenebra.
Amen.

Commenti