Percorsi di vita



Talvolta la piega degli eventi prende dinamiche assolutamente impreviste da avere l' impressione di essere entrati in una sorta di trappola.
Il problema non e' uscirne, ma capire come ci sei finito dentro!
A mia modesta opinione e' necessario che ci sia coerenza tra parole e azioni.
Parlare non costa fatica, agire e' un passo in avanti, agire in coerenza con quello che si dice e' qualcosa che da' valore e autorevolezza.
Coerenza deve essere legata a conoscenza, cultura, rispetto ed educazione, capacita' di analisi e sintesi, umilta', apertura al confronto, voglia di fare.
Se ci si mette in testa di fare una grande cosa, si dovrebbe essere nella condizione di fare le piccole cose quotidiane, che sommate l'una all'altra conducono al traguardo finale.
Se non si ha la minima conoscenza del campo in cui ci si vorrebbe impegnare, se non si conoscono le procedure, gli strumenti, se ci si sottrae a qualsiasi confronto con l'esterno e si lasciano cadere, ingenuamene e inopinatamente, le opportunita' di crescita ed evoluzione, ebbene non si percorrera' molta strada.
Parlare puo' essere anche una bella attivita' per passare il tempo, ma agire concretamente e' ben altro!
Gli autobus, talvolta, nella vita passano. L'essere ottusi, spesso, porta a perderli.
Il lamento continuo, le recriminazioni, sono solo sintomo di incapacita' e insicurezza.
Credere di essere un grande , non significa esserlo per forza.

Commenti