ADOZIONI A DISTANZA



REGALA UN SORRISO A TANTI BAMBINI

Fratel Matteo ha conosciuto Madre Teresa negli anni Settanta quando ella iniziava la fondazione della Nirmala Hrudaya Bhavan a Vijayawada, Andhra Pradesh, India (1973, 76). All'epoca fratel matteo era preside di una scuola a Vijayawada. Da allora ambedue hanno avuto buoni rapporti di amicizia. Dopo la venuta di Fratel Matteo in Italia, ella gli disse una volta: "Ogni nuova adozione a distanza che fai con l'aiuto dei tuoi collaboratori, sembra una cosa piccola, ma in realtà è un investimento sicuro e duraturo per il progresso dei Popoli, specialmente per un Paese immenso come l'India. Quindi, non stancarti mai di parlare dell'adozione a distanza ai tuoi amici in Italia." L'adozione a distanza è un'iniziativa di solidarietà concreta, efficace e diretta che permette ad un bambino di andare a scuola, curarsi e crescere nel proprio Paese, con la propria gente. Ricordiamo l'esortazione di Siracide, "Figlio, non rifiutare il sostentamento al povero. Non negare un dono al bisognoso. Non respingere la supplica di un povero, se è in tuo potere il farlo". Ecco, più di 4.600 bambini bisognosi bussano alla tua porta. Tendi la tua mano in soccorso di uno di questi bambini bisognosi. Il Signore, che non si lascia vincere in generosità, ti darà la ricompensa.


Patrona della nostra attività ONLUS "ADOZIONE A DISTANZA"
DESTINATARI
Sono i bambini provenienti da famiglie con problemi, costrette a vivere in condizioni di estrema povertà. A questi bambini, attraverso il nostro progetto di sostegno scolastico a distanza, diamo la possibilità di essere istruiti e di ottenere un titolo di studio che li aiuti a trovare un lavoro per vivere dignitosamente nel proprio paese. Attualmente abbiamo le richiete di circa 4.600 bambini che sperano di essere adottati a distanza.Vi invitiamo a dare un aiuto concreto ai bambini e alle loro famiglie sofferenti.L'adozione a distanza è anche un mezzo efficace per prevenire l'emigrazione irregolare.


Da due mesi io e il mio ragazzo abbiamo adottato un bambino indiano di cinque anni, Abin.
E’ un’esperienza davvero emozionante, e mi rivolgo a tutte quelle persone che hanno un’animo nobile e generoso, se potete, adottate un bambino, farete del bene non sono al piccolo,ma anche a voi stessi.

Fonte http://www.adozioniadistanza.net/

Commenti

Jack_Walsh ha detto…
Una esperienza veramente emozionante, tipo oggi al ricevimento della prima lettera.
Spero che tanti possano essere interessati ad adottare a distanza un bambino