La luce della ragione


(nella foto, il grande poeta calabrese Corrado Alvaro)


La tradizione dei pensatori meridionali è portentosa: da Parmenide a Zenone di Elea, dai sofisti ad Archimede e a Pitagora, e poi dai monaci e filosofi medievali (Tommaso d'Aquino svettante sopra tutti) e rinascimentali a Gianbattista Vico e ai suoi discepoli, i cosiddetti illuministi napoletani, e infine (ahimé in decrescendo, però) agli hegeliani Croce e Gentile e all'esistenzialista Abbagnano.
Praticamente un buon 80% della storia complessiva del pensiero italiano; e un contributo considerevole a livello europeo e occidentale.
Zitara, a mio modestissimo avviso, è da inserire a pieno titolo in coda a questo formidabile filone.

E sarà grazie alla forza della ragione, e non certo a più o meno riuscite operazioni di marketing, che l'Italia del Sud potrà ritrovare la sua dignità e il suo benessere, schiacciando le mafie e la rassegnazione dei cittadini meridionali.

http://www.eleaml.altervista.org/nicola/letteratura/corrado_alvaro.html

Commenti