Welby...riposi in pace

Di questa vicenda dolorosa ho sempre pensato che si dovesse realizzare il legittimo desiderio di Welby preso nel pieno possesso delle sue facoltà mentali. Ora che è morto spero che possa trovare la pace nel riposo eterno. Il medico che ha permesso di realizzare il suo desiderio è uomo coraggioso e dignitoso, a mio avviso, dal modo in cui si è posto dopo il gesto.
Non condividendo le idee che su questi temo Pierferdinando Casini mi trovo d'accordo con lui nel passo del suo discorso ove fa riferimento alla necessità che questa vicenda avrebbe meritato ben altra pietas e rispetto da parte di chi ha cercato di sfruttarla per ricavarne uno straccio di ritorno politico. FAcile il riferimento ai radicali, i quali non meritano alcuna definizione che abbia qualcosa di umano. Spero che un giorno abbiano il coraggio di vergognarsi.
Circala necessità di legiferare su questo tipo di questioni penso che un principio debba restare fondamentale:RISPETTO PER LE DECISIONI DELL' INDIVIDUO PRESE NEL PIENO POSSESSO DELLE FACOLTA' MENTALI. Sussistendo questo requisito , penso che non occorra nessun tipo di legislazione o discussione.
Un pensiero per Piergiorgio Welby.

Commenti