TUTTI A CASA!


Mentre ieri sui giornali si leggeva della giornata di lancio del PD Calabrese, che pomposamente veniva celebrata come la giornata dell'inizio di una nuova era della politica calabrese,ecco che oggi si legge di comitati di affari, ruberie.
A questo punto il tempo è scaduto!
L'attuale classe politica non ha alcun diritto morale a governare.L' ultimo moto di dignità sarebbe quello di rassegnare le dimissioni e sparire nell'oblio.
E' vero, nessuno è colpevole fino a che non ci sia un passaggio processuale al terzo grado, ma personalmente non mi sento rappresentato da gente che un giorno sì e l'altro pure riceve le attenzioni delle autorità giudiziarie.
Gente che dovrebbe essere un baluardo contro il malaffare, un esempio per la popolazione onesta e, invece, sfila costantemente nei tribunali nella veste , poco consona, per chi ha cariche e responsabilità istituzionali, di indagato.
Ora basta! E' tempo che costoro tornino a casa, poichè non rappresentano che loro stessi, in una grottesca lotta per sopravvivere tra un avviso di garanzia e l'altro.

Ho paura che questa sia una pia speranza, ma sappiano che a me non mi incantano, sono inferiori a me, in dignità , etica, rettezza morale, integrità, valori. E io dico loro: che si vergognino! se ne sono capaci...ovviamente!

Commenti

Anonimo ha detto…
LE NOTIZIE DELLE ULTIME ORE METTONO IN RISALTO OVE VE NE FOSSE ULTERIORE BISOGNO DELLA DRAMMATICITA' IN CUI SIAMO DA ANNI PRECIPITATI.
IL RISCHIO E' VERAMENTE GRAVISSIMO PER LA COMMISTIONE DI TUTTE LE ARTICOLAZIONI SOCIALI DEI SETTORI APICALI, LA PERCEZIONE DEL PERICOLO E' SICURAMENTE MAGGIORE DI QUANDO FU RAPITO NEL 1978 ALDO MORO. INFATTI, DA DOVE PUò ESSERE RIPRESO UN CAMMINO DI RISANAMENTO ETICO - MORALE E DI LEGALITA' VISTO CHE OGNI SETTORE ED OGNI ORGANIZZAZIONE VI E' INTRISA NEL MALAFFARE?
I PARTITI, I SINDACATI, LE ASSOCIAZIONI RAPPRSENTANO MOLTO BENE TALE REALTA'.
BIAGIO