LA GRANDE FREGATURA



Con grande entusiasmo iniziai la mia partecipazione al modulo di lezioni relativo al progetto FORCE nel marzo del 2006.
Si trattava di un corso davvero interessante che serviva a formare esperti nella pianificazione di progetti locali per la sicurezza.
Svolti regolarmente 4 lezioni( con relatori che prendevano fior di euro all'ora) sulle 7 previste, mi fu comunicato che il corso si interrompeva per mancanza di un congruo numero di partecipanti.
DA notare che il corso era aperto a esponenti del terzo settore, personale degli enti locali e della prefettura. Ebbene c'erano 3 esponenti del terzo settore, 3 dipendenti del comune di Polistena e 1 funzionaria della prefettura.

Inutile dire che i rappresentanti del terzo settore andavano a proprie spese e sottraendo tempo prezioso per le loro attività lavorative, gli altri svolgevano una normale attività lavorativa(regolarmente retribuita).

Dopo un mese cercai informazioni, ma la tutor non sapeva niente e il segretario regionale del soggetto che organizza i corsi in Calabria chiedeva a me aiuto per cercare persone interessate.
A Giugno costu, interpellato da me, disse che ormai il corso non sarebbe stato completato e , anzi , se mi fosse servita la certificazione me l'avrebbe mandata.
A Luglio denunciai la cosa attraverso un articolo su "Calabria Ora" e, qualche giorno fa, ho scoperto che un modulo è stato realizzato nel mio paese di residenza nell' ottobre 2006 senza che nessuno si sia degnato di avvertire me e le altre due persone che avevano iniziato un corso mai finito, che, però sicuramente risulta essere stato completato affinchè i soggetti organizzatori non perdessero fonti di finanziamento.

A me resta l'amarezza di non aver potuto completare un ciclo di formazione a cui tenevo molto e non avere potuto dare un concreto aiuto nella elaborazione concreta dei progetti, e l'esperienza vissuta mi lascia molti interrogativi sulle modalità di spesa di fiumi di denaro pubblico da parte di associazioni e organismi vari che si presentano come paladini della legalità e poi si rendono protagoniste di comportamento non proprio trasparenti, perchè sicuramente costoro i soldi ricevuti per quel corso mai concluso li hanno tranquillamente intascati e nessuno ha chiesto loro conto dato che continuano imperterriti a svolgere quell'attività.

E allora mi chiedo: perchè non destinare questi fondi alle dotazioni tecniche delle forze ell' ordine?.

Commenti