NO!....PERCHE?.....BHO!




L'area geografica compresa tra Capo D'Armi e Capo Spartivento è una isola a sè nel variegato tessuto sociale Calabrese. E' un'area, (nella quale ho la ventura di dormire,) dove si è all' ABC di una qualsiasi parvenza di vita politica, sociale, economica, associazionistica.
C'è soltanto una pletora di individualità che cerca di mettersi in mostra( ed è storia comune in tutti i campi) celando le proprie carenze sotto generosi strati di presunzione, che rende il tutto ridicolo( con risvolti tragici visto che le statistiche economico-sociali sono sottozero).
Questa lunga premessa per due motivi:
1) per partire da una costatazione la Calabria non è una, ma tante, e in alcune di esse la situazione di disagio generale si amplifica enormemente, non per incapacità, ma solo per un egoismo e pecoronismo, esasperato ed esasperante, che annulla ogni progettualità positiva.
2) che in questa zona non è possibile usufruire di tutti gli strumenti ( già di per se non numerosi, delle altre parti della Calabria). Basta por mente al fatto che l' unica strada di ingresso a Reggio da questa parte è un budello schifoso del tutto inadeguato ai livelli di traffico.
In questo contesto si innesta il recente dibattito sulla paventata localizzazione di una centrale a carbone nel sito della ex Liquichimica Di Saline Joniche. I no sui giornali si sono moltiplicati come il pane e i pesci di biblica memoria, ma , qualcuno di tutti coloro i quali si sono preoccupati di renderci partecipi dei loro pensieri ha idea a cosa dice no? Conosce i particolari del progetto che dovrebbe essere oggetto di realizzazione? Perchè, a parte il solito diluvio di parole inutili, buono solo a riempire pagini di giornale, altrimenti vuote, io non ho capito a cosa cavolo tutti costoro dicano NO!.

Commenti