UN LUNGO CAMMINO


Resto sconcertato dalla idiozia che certa gente dimostra di avere. Lo fui l'anno scorso , quando alcuni rivoluzionari del niente si arrogavano il diritto di essere diventati personaggi storici, solo perchè, dopo un omicidio, scesero in piazza, lo sono oggi, dove sedicenti operatori dell' informazione propongono foto di famiglia, gite turistiche, partitelle tra scapoli e ammogliati e altre "stronzate" del genere, spacciandole per notizie insultando l'intelligenza dei cittadini a cui dicono di rivolgersi.
Una convinzione grande quanto una casa è ormai pietra miliare della mia vita. Cercare di avere normalità da queste parti (Calabria) è una utopia allo stato delle cose. La demenza la fa da padrone, l' idiozia impera, ed è grottesco vedere chi è immerso in questi elementi fino al collo, pavoneggiarsi e camminare con incedere baldanzoso nella strada.
Mi rivedo nella immagine di cui sopra, solo che per me i mulini a vento sono l' idiozia imperante di chi si sente grande!.

Commenti