29 febbraio, 2008

COTRONEI(KR) - IL CORPO FORESTALE DENUNCIA UNA PERSONA.




Cotronei Scoperto un taglio/furto nel demanio comunale .

Crotone 28/02/2008 - Il Comando stazione forestale di Petilia Policastro, nel corso di alcuni servizi effettuati in materia ambientale, nonché di controllo del territorio delle aree maggiormente a rischio del fenomeno furtivo, e precisamernte in località Reggio in agro e di proprietà del Comune di Cotronei, ha proceduto a deferire alla autorità giudiziaria competente tale C.G di anni 49 di Cotronei. La pattuglia in servizio accortasi di alcuni movimenti sospetti, sorprendeva C.G a fianco della sua autovettura ,dove all’interno del vano posteriore, aveva caricato della legna della specie Cerro allo stato verde, già depezzata e pronta per essere portata via. Da indagini effettuate prontamente sul posto, è emerso che all’interno del complesso boscato, costituito prevalentemente da piante di alto fusto di “Cerro”,vi era in atto un vero e proprio taglio illecito. infatti, vi erano altri due cumuli di legna da ardere depezzata,che verosimilmente doveva essere trafugarta. Da una accurata verifica effettuata dagli agenti del CfS, è stato rilevato che il taglio indiscriminato aveva interessato 36 piante di alto fusto, di cui n.22 della specie “Leccio” e n.14 della specie Cerro e aveva interessato una superficie complessiva di 2.500 metri quadrati. Nel corso degli accertamenti di rito, eseguiti con l’ausilio delle apparecchiature GPS ,per rilevare le coordinate geografiche, e SIM.(sistema informativo della montagna), che consente di sovrapporre cartografia catastale e rilievo aerofotogrammetrico della stessa zona con le coordinate geografiche, è stato possibile accertare che l’area oggetto del furto appartiene al demanio pubblico, di proprietà del Comune di Cotronei. Pertanto, l’indagato, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato, e deturpamento di bellezze naturali, più precisamente per avere abbattuto delle piante di essenze quercine ed avere trafugato contestualmente il relativo materiale legnoso, senza l’autorizzazione e/o concessione dell’ente proprietario, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico - ambientale.

Ciò che è emerso nel corso delle indagini, conferma quanto sospettato dagli uomini del Corpo Forestale, ossia di persone che frequentemente tagliano e rubano piante a danno del Comune di Cotronei, per poi mettere la legna sul mercato in maniera illegale e facendone dalla vendita una vera e propria attività commerciale.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Un successone!
Siamo sommersi dall'Andrangheta , sperperi da miglioni di € e da amministratori corrotti e arrestiamo un tipo per delle fascine di legna..

COERENZA!