18 febbraio, 2008

CROTONE - PLURIPREGIUDICATO ARRESTATO DAL CORPO FORESTALE DELLO STATO



Nei giorni scorsi, una brillante operazione di polizia ha visto impegnati gli uomini del Corpo Forestale dello Stato-Ufficio territoriale per la biodioversità di Catanzaro, in località Casa Pasquale nel Comune di Cotronei.
Nell’ambito dell’attività di sorveglianza delle aree protette ricadenti nel Parco Nazionale della Sila il personale del Comando stazione forestale di Vaccarizzo, comandato dall’Ispettore Carmine Scandale, ha riscontrato il taglio abusivo di piante di alto fusto di cerro.
Sono state intraprese opportune indagini e dopo lunghi appostamenti i forestali hanno sorpreso in flagranza di reato il 29enne T.R. di Cotronei nell’intento di tagliare alberi di alto fusto di cerro, per poi commercializzarli illegalmente nel mercato locale.
L’uomo è stato tradotto presso la Procura della Repubblica Tribunale di Crotone dove ha subito un processo per “direttissima” con convalida dell’ arresto e relativo rinvio a giudizio. E’ stato inoltre convalidato il sequestro dei mezzi impiegati per il taglio ed il legname trafugato.
L’operazione si inserisce nell’ambito delle azioni di prevenzione e repressione posta in essere da parte del CFS – Ufficio territoriale per la biodiversità, coordinata dal Vice Questore ing. Nicola Cucci, al fine di fronteggiare gli abusi perpetrati ai danni del demanio boschivo all’interno delle aree Protette della Sila.
Soddisfazione per l’operazione è stata espressa da Comandante Regionale del CFS Ing. Caracciolo e dal Comandante Provinciale Ing. Archinà.

1 commento:

Melina2811 ha detto...

Purtroppo conosco molto bene questo problema che si ripete continuamente nella nostra beneamata Sila. Questa volta è andata male ai taglialegna, ma a quanti altri è andata bene??