08 aprile, 2008

UMBRIATICO (KR) - DENUNCIATO ALLEVATORE PER PASCOLO ABUSIVO DI BOVINI IN UN TERRENO DEMANIALE.



Una mandria di 30 esemplari abbandonati senza alcun controllo a pascolare in un bosco misto a prevalenza di querce in fase di ricostituzione naturale.

Questo è quanto hanno accertato gli agenti del Comando stazione di San Nicola dell’Alto nel corso di un controllo in località “Pescaldo” in agro e di proprietà del comune di Umbriatico.

Gli animali venivano condotti e poi lasciati alla loro sorte sistematicamente ogni giorno in orari inconsueti del pomeriggio avanzato, quando in zona la presenza umana era pressoché nulla. E’ grazie a questo accorgimento che il pascolo abusivo si è protratto per diversi giorni.

L’allevatore, rintracciato attraverso la rilevazione del numero di marca identificativo apposta sui padiglioni auricolari dei bovini e le successive indagini, era solito abbandonare tutta la sua mandria a pascolare senza alcun controllo all’interno di un vasto comprensorio boschivo di rilevante pregio ambientale altamente protetto da vincoli (idrologico e paesaggistico), che da qualche anno era stato soggetto a taglio colturale.

Il responsabile, A.F. di 56 anni di Umbriatico, che ha negato agli agenti ogni addebito, nonostante l’evidenza dei fatti lo inchiodassero, dovrà rispondere ora dei reati di “pascolo abusivo continuato ” e “danneggiamento” e dovrà pagare, inoltre, una cospicua sanzione amministrativa e risarcire, allo stesso tempo, il comune di Umbriatico per il danno economico arrecato.

Nessun commento: