19 ottobre, 2009

Alle radici del Blog. Aldo Pecora e il suo forum (2)


Tanti, compreso il sottoscritto, hanno detto le peggiori cose su questa persona ,il suo forum, il suo movimento.
Io stesso ho spesso parlato di un presunto agire volto a conseguire fini personalistici.
Dopo quattro anni mi sento di dire alcune cose.
A conti fatti l’unico che ha ottenuto dall’onda emotiva meno di cio’ che ci si sarebbe aspettati dopo tanto fare ed esporsi e’ stato proprio il Pecora. Non ha ottenuto scranni parlamentari o europei, non ha fatto carriera in alcun partito, non e’ stato nominato in alcuna posizione funzionale a fargli conseguire guadagni non giustificati.
Solo per fare un esempio la persona che mi fece conoscere Francesco Fortugno nel 2005 era un suo stretto collaboratore .Dopo la tragedia ha continuato a lavorare per i suoi scopi. Oggi e’ sul libro paga della Regione per una posizione per la quale so che non ha alcuna competenza. Obbligato a garantire la sua presenza un giorno alla settimana intaschera’ sessantacinque mila euro in diciotto mesi!.
A questo punto tutto il veleno che gente interessata a coltivare il proprio orticello ha gettato su Aldo Pecora dovrebbe essere restituito al mittente, penso.
Sicuramente potra’ avere commesso degli errori, ma tanti hanno sfruttato il suo operato per portare avanti la propria squallida parrocchia personale.
Personalmente, quattro anni dopo, non ho nessuna difficolta’ a dire di avere sbagliato a tranciare Aldo Pecora e a rammaricarmi per questo.

Gli riconosco coerenza, impegno, abnegazione e lo ringrazio per la perseveranza.
Il peggio della Calabria sta all’ombra dei riflettori, in una immonda lotta tra pescecani volta al perseguimento di denaro e potere.
Tenere accesi quei riflettori, nonostante tutto, e' un grande merito.
Grazie Aldo.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

Signor Fortunato,
questo suo pentimento le fa onore. Solo le pesone per bene riescono ad ammettere sinceramente di aver sbagliato, e lei ha certamente sbagliato di grosso nelle sue critiche violente contro Aldo Pecora ed il suo movimento.
Il tempo è galantuomo, ed ha dato ragione ad Aldo su tutti i fronti.
Lui continua a guadagnarsi da vivere con i 50 euro che la Rai gli paga per ogni apparizione domenicale in tv e, se le interessa saperlo, anche facendo di tanto in tanto l'aiuto cuoco (diciamo il garzone di cucina) in un ristorante romano.
Non ha un incarico, non ha una carica, non ha avuto nulla dalla politica. Come non l'hanno avuta i suoi parenti o i suoi amici.
Non si è candidato a nulla, smentendo tutte le invidiosette previsioni che lo vedevano in carriera di qua o di là. Intanto il suo movimento è cresciuto in tutta Italia, ha contribuito a realizzare una Fondazione, è presente nei programmi di educazione alla legalità di centinaia di scuole e prefetture in tutta Italia.
Intanto altri invece si sono beccati incarichi ministeriali, come la signorina Anna Maria Pancallo da Locri, desaparecida "ragazza del megafono" dopo l'omicidio Fortugno, centinaia di migliaia di euro i businessmen del'antimafia come Enzo Ciconte, Adriana Musella, carriere politiche come i familiari di vittime di mafia Sonia Alfano, Benny Calasanzio, Mario Congiusta...
E allora, signor Fortunato, mi domando: per questi signori non scatta la sua ira funesta, il suo disappunto, la vis polemica con cui ha sommerso di fango il povero ed innocente Aldo?
Cosa succede? Si è arreso, o ha cambiato idea sul fatto che quando il movimento Ammazzateci tutti ha recuperato 14.500 euro di contributo regionale (dopo averne spesi 40.000) per l'organizzazione del meeting nazionale dei giovani antimafia "Legalitalia" era una porcheria, ed ora che ad esempio Ciconte incassa oltre 60.00 euro all'anno dalla Regione solo per esere "consulente antimafia" di Loiero, o che Mario Congiusta incassi oltre 150.000 euro di contributi per una Fondazione peraltro inesistente, non importa a nessuno?
Mi piacerebbe conoscere la sua idea in proposito.
Grazie.