28 gennaio, 2010

Crotone - Operazione antibracconaggio del Corpo Forestale dello Stato



Denunciato A PETILIA POLICASTRO bracconiere che aveva UCCISO UN CINGHIALE (sus scrofa) IN PERIODO DI DIVIETO

Crotone 28.01.2010 – Dalla chiusura dell'attività venatoria avvenuta a Dicembre scorso, gli uomini del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF) di Crotone del Corpo forestale dello Stato, erano sulle piste di noti bracconieri del Petilino e dell'arco jonico. Dopo numerosi e minuziosi appostamenti ed una oculata attività investigativa, gli uomini del NIPAF alla fine sono riusciti ad identificare gli autori. In particolare si tratta di C.S. di anni 25 di Petilia Policastro sorpreso nel mentre era intento a pulire e nei pressi della propria abitazione il cinghiale abbattuto illegalmente in località “Valle” in agro di Petilia Policastro, che dovrà comparire innanzi all’autorità giudiziaria competente, per avere abbattuto in periodo di divieto un esemplare di cinghiale (sus scrofa), in violazione della Legge 157/1992.
A continuazione dell’attività preventiva e repressiva intrapresa lo stesso Nipaf ha proceduto a segnalare all’autorità giudiziaria M.G.M. di anni 47 di Belvedere Spinello, per avere, in località Boscarello in agro di Scandale esercitato la caccia con mezzi non consentiti e sparando per giunta da autoveicoli a motore.

Nessun commento: