Calabria - Associazioni denunciano il basso livello qualitativo dell'attivita' politica regionale.

>
Leggiamo frasi del genere riportate dalla stampa: “Il consigliere regionale on. Serra chiede un contributo di 300 mila euro per una manifestazione, ma l’assessore Naccari risponde che non c’è copertura finanziaria e che si può arrivare a 100 mila euro, al che l’on. Serra ribatte che erano meglio 150 mila, ma si accontenta”. L’episodio non è avvenuto in un centro commerciale, ma in Consiglio regionale. E’ stato tutto un susseguirsi di episodi di infimo mercanteggiamento con i soldi dei calabresi utilizzati per finalità clientelari. A questo è stata ridotta la Calabria: un mercato delle vacche. Mentre centinaia di migliaia di giovani calabresi aspettano risposte serie dalla Regione, i nostri politici pensano solo alla campagna elettorale. Mentre gli operai del porto di Gioia Tauro per essere ascoltati dal Governo debbono arrampicarsi sulle gru, i politici calabresi pensano a finanziare sagre e fiere. Il bilancio della Regione è la cassaforte per il finanziamento delle loro campagne elettorali e per l’affossamento della Calabria. Anche per queste ragioni noi tutti assieme ai calabresi dobbiamo ribellarci e mandare al governo della Regione gente seria ed affidabile come Pippo Callipo, una nuova classe dirigente che sappia elaborare un bilancio moderno, il cui obiettivo sia lo sviluppo e non l’assistenza, basta con i politicanti che dopo 20, 30, 40 anni costruiscono carriere immeritate sulle spalle dei calabresi e con i soldi dei contribuenti.


FIRMATO
LE ASSOCIAZIONI
- GENS
- CALABRIA PROTAGONISTA
- CALABRIA FUTURA

Commenti

ci sono sempre politici inutili