L'importanza dell'intelligenza emotiva

Tutti i problemi della società moderna derivano, imho, dalla mancanza di intelligenza emotiva.
Come afferma Daniel Goleman nel suo celebre capolavoro, questo tipo di intelligenza attiene alla capacità di comprendere e governare le emozioni per evitare che prevalga nelle risposte agli stimoli esterni l'istinto, il quale, evolutosi nel corso del tempo, è più adatto alle situazioni tipiche dell'uomo primitivo piuttosto a quelle dell'uomo moderno.
Nelle situazioni di emergenza, argomenta Goleman, si attivano zone della corteccia cerebrale, le quali "sequestrano" la mente e governano le reazioni dell'individuo, ad esempio è accaduto che una bambina volendo fare uno scherzo ai suoi genitori, usciti per trascorrere una serata fuori di casa, si nascose nell'armadio della loro camera da letto: i genitori rincasati sentirono dei rumori; credendo che un ladro si fosse introdotto nella loro casa, presero una pistola e spararono, quando l'armadio si spalancò, un attimo prima di registrare che si trattava della propria figlia( di questi esempi nel libro di Goleman ce ne sono a centinaia).
l'intelligenza emotiva può essere insegnata a chiunque a qualsiasi età, in special modo, per ovvie ragioni, ai bambini nei primissimi anni di vita.
I sistemi scolastici internazionali si preoccupano di insegnare ai giovani a leggere e scrivere e incamerare nozioni ai livelli più alti, ma non insegnano nulla in relazione alle loro capacità emozionali, indispensabili per vivere serenamente e positivamente.
Quanti "pozzi di scienza" sono incapaci di avere una vita sociale appagante? e quanti "spiantati" riescono a socializzare con estrema facilità? Nell'uno e nell'altro caso si attivano capacità, qualità, intelligenze diverse.
L'intelligenza emotiva illustre sconosciuta della società moderna sarebbe, se insegnata, coltivata la soluzione a tantissimi problemi.

Commenti