16 luglio, 2010

Silvia Aprile.Matrimonio alla Reggia di Caserta senza autorizzazione


Una cantante, Silvia Aprile ha fatto domanda alla soprintendenza competente per l' utilizzo del giardino della famosa Reggia di Caserta per una serata evento per stampa e discografici in occasione dell'uscita del suo nuovo cd, il un giorno in cui la reggia sarebbe stata chiusa al pubblico.
La partecipazione che preannunciava la loro unione ritrae gli sposi ai bordi della fontana del giardino. La Reggia di Caserta è patrimonio dell’Unesco, come può essere accaduta una cosa del genere? Questo è possibile nel momento in cui si presentano, agli organi competenti al rilascio delle autorizzazioni, delle motivazioni falsate riguardo l'utilizzo della Reggia. L’escamotage è riuscito solo perché non vi erano i funzionari addetti “a controllare la reale corrispondenza dell’evento alla relativa richiesta”. Inutile dire che l'episodio ha mobilitato i sindacati degli addetti ai lavori della Reggia.
La presidente della sezione casertana di Italia Nostra, Maria Carmela Caiola, chiede di sapere “come sia stato possibile un fatto di tale gravità e che il Palazzo Reale sia tutelato mentre venga eliminato ogni utilizzo improprio”. Prontamente è arrivata la denuncia della responsabile alla soprintendenza, Paola Raffaella David: “Appena rientrerò applicheremo le penali e adiremo le vie legali. È mio dovere - afferma - prendere provvedimenti contro quanti contravvengono le convenzioni ”. La David ha spiegato infatti che le autorizzazioni e le concessioni bancarie necessarie al rilascio delle autorizzazioni sono state documentate: il problema rimane la scorrettezza dei richiedenti che non hanno rispettato le norme e aggiunge: “Come si poteva prevedere che invece dell’evento musicale autorizzato si svolgesse un matrimonio?"

1 commento:

ricciriccia ha detto...

Ciao Mi chiamo Simona e sono anche io una blogger per l'esattezzauna food blogger, il mio compagno ha da poco aperto un blog per parlare della nostra città e di tutti i problemi e gli scandali che la affliggono...sto parlando di caserta appunto. avevamo pensato proprio di dedicare un post a questo episodio scandaloso avvenuto nella nostra reggia, ed il fatto di aver scoperto che sia un argomento che ha scosso anche cittadini estranei al territorio casertano, ci fa molto piacere, e ci farebbe atrettanto piacere citarti appunto nel post in costruzione!!! comunque se ti va passa a trovarci, ti ripeto il blog parla solo della nostrarealtà casertana ma, come il tuo, è aperto a tutti, nel senso che è pensato per coinvolgere tutti quelli che vogliono dire la loro. casertani100x100.blogspot.com
ciao simona e franco