19 gennaio, 2011

Regione Calabria. Scopelliti presenta un progetto di legge antiracket

"La Calabria deve liberarsi dall'opprimente cappa del racket". La frase, condivibilissima, è stata pronunciata nei giorni scorsi dal Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti. L'occasione è stata la presentazione di un progetto di legge approvato dalla sua Giunta in materia di  interventi regionali di sostegno alle imprese vittime a reati di 'ndrangheta.
"Questo provvedimento"- ha affermato Scopelliti -" consente di individuare quelle aziende che sono state soggette al racket e che, dopo aver denunciato il sopruso, avranno nella Regione un appoggio perchè i commercianti vittima della 'ndrangheta saranno inseriti in una short-list e la Regione, insieme agli altri enti regionali come le province e i comuni, darà delle commesse sotto soglia. E' una scelta che ha una duplice funzione: sostenere l'imprenditore e rendere sempre più nobile l'atto della denuncia".

"Questa proposta di legge significa"- ha continuato il Governatore della Calabria - " che c'è l'attenzione della Regione per incentivare nel mondo dei commercianti l'idea di denunciare gli atti di racket. Dobbiamo liberare le nostre città dal pizzo, è una cappa che opprime in modo invasivo la libertà sociale, economica e culturale. "La lotta al racket è la prima vera grande battaglia,"- ha concluso Giuseppe Scopelliti -"perchè liberare i nostri imprenditori è uno stimolo nuovo per un futuro diverso e migliore. Gli imprenditori che denunciano non devono più sentirsi abbandonati e messi ai margini della società! Molti che in passato hanno deciso di farlo, non hanno poi più avuto la possibilità di rientrare nel circuito del mercato".

Nessun commento: