31 gennaio, 2006

Nel giorno della nostra nascita nessuno ci dà un libretto di istruzioni su cui c'è scritto come funziona la vita...
Le grandi emozioni che ci dà non sono prevedibili, forse è un bene, ma a volte qualcuno ci dovrebbe avvertire che quella stretta al cuore che difficilmente se ne va si chiama dolore, amore, gioia...
Il dolore è per me il più difficile da accettare, le lacrime a volte scendono senza che noi neanche ce ne rendiamo conto, ci bagnano le guance e le labbra, sono salate, nulla di dolce...
Il primo giorno della nostra venuta al mondo dovrebbero dirci com'è questa terra per decidere se starci o no, ma l'uomo è curioso e nessuno direbbe no, in fondo ne vale la pena...
Quando nella vita entrano la morte e l'abbandono, vorresti non esserti mai staccato da quel grembo tanto sicuro... Poi un giorno, magari ancora con le labbra che sanno di salato, ti giri e vedi un bimbo che ti sorride e ti prende per mano ed è in quel preciso momento che la vita ti si attacca addosso...
L'unica cosa che devi fare e tenere stretta stretta quella manina innocente e aiutarla ad affrontare la vita...

1 commento:

Anonimo ha detto...

:-)
stellamarina50