31 gennaio, 2006

Radici e Libertà

Ho tagliato le mie radici, e ho lasciato la mia casa.
Perchè mi stava stretta, perchè non mi capivano.
Ecco che ho sentito uno strano profumo: era libertà, certo, ma con un aroma pungente di solitudine.
E allora ho cominciato un lungo giro del mondo, ed insieme una caduta senza paracadute.
Ho visto tante cose belle, ma non mi piacevano: l'unica cosa che mi interessava era il Calore.
Ero ricco di cose e povero di vita.
Poi, sul limite estremo, prima di sfracellarmi, ho seguito quel Calore, andando in senso opposto rispetto alla direzione di tutte le persone: da Nord sono andato a Sud.
E quell'incredibile miracolo, che tutti dovrebbero provare, è accaduto a me.
Ho ritrovato le mie radici. E non ho perso la mia libertà.
E se adesso ne scrivo, è perchè voglio sdebitarmi con la Vita.

2 commenti:

ventodiprimavera ha detto...

:) e' bello leggere di qualcuno che e' felice!

Jack_Walsh ha detto...

Non perdere mai di vista il legame con la propria terra è una delle cose più importanti per dare significato e sostanza alla propria vita.