19 febbraio, 2006

L’ITALIA RENDE OMAGGIO A GIUSEPPE GARIBALDI: PRESENTATE IN CAMPIDOGLIO LE CELEBRAZIONI PER IL BICENTENARIO DELLA NASCITA



Cultura
L’ITALIA RENDE OMAGGIO A GIUSEPPE GARIBALDI: PRESENTATE IN CAMPIDOGLIO LE CELEBRAZIONI PER IL BICENTENARIO DELLA NASCITA

ROMA\ aise\ – È stato significativamente presentato oggi, 9 febbraio, nel giorno del 157° anniversario della Repubblica Romana, il nucleo iniziale dei progetti di manifestazioni ed iniziative, in Italia ed all’estero, sorte intorno al Comitato per il Bicentenario Giuseppe Garibaldi Onlus, presieduto dalla pronipote legittima di Giuseppe Garibaldi, Anita Garibaldi.
Cornice dell’evento è stata la Sala del Carroccio in Campidoglio, dove la presidente è entrata scortata da un manipolo di eredi dei garibaldini, con tanto di camicia rossa e di fanfara. "Dopo una lunga e complessa preparazione che ha pazientemente tessuto una rete non solo in Italia, ma nei molti Paesi al mondo in cui è viva la memoria del mio bisnonno, oggi finalmente diamo inizio al programma celebrativo ufficiale per il Bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi", ha affermato Anita Garibaldi. "Ci incoraggia che tante alte cariche dello Stato e degli Enti locali, nonché autorevoli studiosi abbiano accettato di far parte del Comitato d’onore, nonché il caloroso messaggio fattoci pervenire dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, che ci ha concesso il Suo Alto Patronato".
Un messaggio che sintetizza il mito e l’epopea garibaldina: "Giuseppe Garibaldi – ha scritto Ciampi – è stato un protagonista emblematico del nostro Risorgimento e l’artefice dell’Unità d’Italia. Ha combattuto con coraggio e passione per la libertà dei popoli, in Italia e nel mondo e per l’affermazione di quegli ideali universali di giustizia e di solidarietà che sono oggi alla base della nostra democrazia".
Nel corso del suo intervento, Anita Garibaldi ha poi annunciato che anche il Ministro dell’Interno, Giuseppe Pisanu, ha concesso il Patrocinio al Comitato ed alle sue iniziative. "Nel prossimo settembre partirà un tour tangibile del Bicentenario, a simbolo dell’Unità che il mio avo tanto vagheggiò", ha annunciato. "Il tricolore originario, quello che trovò i natali a Reggio Emilia, farà il "suo" Giro d’Italia, condotto da illustri portabandiera, a cominciare, da Roma, con l’olimpionico Stefano Baldini".
All’incontro, è intervenuta, su delega del Sindaco di Roma, Walter Veltroni, la consigliera Franca Coen Eckert. Nell’occasione, è stata, inoltre, presentata la medaglia celebrativa del Bicentenario di Garibaldi, realizzata da "Collezioni Numismatiche".
Di grande interesse è la rete di manifestazioni, che sta diventando via via sempre più ampia e che coinvolgerà Enti locali e Comitati territoriali in virtuosa cooperazione, non solo in Italia, ma anche a Nizza, città dove il generale-marinaio nacque il 4 luglio 1807, in America Latina, in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.
Si va dalla Regata "Mille vele per Garibaldi", da Fiumicino a Caprera e ritorno, in programma tra il 30 maggio ed il 3 giugno 2007, in concomitanza con le celebrazioni a Caprera del 2 giugno, che nell’anno del Bicentenario saranno particolarmente solenni ad altri eventi, previsti già a partire dal 2006, fra cui la rievocazione del celeberrimo incontro di Taverna Catena, organizzato dal Comune di Teano.
E, ancora, quest’anno avrà luogo il Concorso letterario, organizzato dall’Ente Parco Nazionale della Maddalena, "A Caprera con Giuseppe Garibaldi", che costituirà l’occasione di raccogliere documenti e testimonianze inedite tramandate presso le famiglie dell’area; a Talamone è in corso di organizzazione una colossale rievocazione in costume dello sbarco, con bande, sbandieratori ed inni d’epoca. Non è da meno Calatafimi Segesta, dove, fra l’altro, avrà luogo il "Raduno dei Motociclisti in Camicia Rossa"; dal 6 al 12 maggio 2006 il Comune di Marsala ha in programma il suo "Omaggio a Garibaldi", con concerti, una rassegna cinematografica ed un concorso per le scuole; Parma e Langhirano sono all’opera per la realizzazione di un volume sul Risorgimento nel proprio territorio e la riapertura del Museo Manara in una nuova sede.
A Comacchio si rivivrà lo sbarco di Garibaldi con Anita morente, mentre la Regione Marche è impegnata in un estesissimo programma che coinvolge 15 località diverse, compresa Macerata, di cui Garibaldi fu parlamentare, e un ampliamento che coinvolgerà anche la Repubblica di San Marino. Da Follonica e Scarlino parte un concorso, destinato agli alunni delle scuole medie inferiori e superiori della provincia di Grosseto, per lo svolgimento di un saggio sull’azione patriottica di Garibaldi, incoraggiando anche la ricerca di materiale inedito; la "Cavalcata Garibaldina" è il fiore all’occhiello di Melito Porto Salvo, che realizzerà un percorso rievocativo lungo l’itinerario seguito da Garibaldi ed i suoi uomini in Aspromonte. Inoltre, è in corso di organizzazione una "Cavalcata Garibaldina" lungo l’Italia, che terminerà a Nizza nel luglio 2007, con l’apporto dell’Ente Nazionale delle Guide Equestri Ambientali, coordinato da Mauro Testarella.
Roma capitale già negli ideali di Garibaldi sarà anche la capitale del Bicentenario: gli dedicherà, infatti, un Seminario che porrà in luce la misconosciuta opera dell’Eroe dei due Mondi per il risanamento del Bacino del Tevere, un percorso didattico–espositivo sul giovane Garibaldi e il convegno di studi "Garibaldi marinaio", che avverrà in partnership con la Marina Militare ed il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. (aise)

Nessun commento: