14 febbraio, 2006

Manifestazione davanti al Consiglio Regionale.

Partenza da Melito alle ore 14.00.
Si va a manifestare davanti al Palazzo del Consiglio Regionale.
Due case famiglia per disabili mentalimeritorie e di eccellenza costrette a giungere alla più estrema delle proteste.
Portare le persone che alloggiano presso di esse davanti al Consiglio Regionale per sensibilizzare i membri di esso in merito al problema di adeguamento della parte di competenza della regione della retta giornaliera ferma a 40 euro nominali del 1986.
Se si considera che mai in 20 anni in queste strutture si sono registrati trattamenti sanitari obbligatori (i quali costano una annualità di degenza presso una di queste strutture) e che la retta giornaliera di queste stesse persone all' ospedale psichiatrico era di cinquecentomilire si può pensare ai miracoli che queste strutture fanno.
E poi al loro interno la vita è davvero familiare e tesa alla responsabilizzazione di ciascuna persona, i quali dopo venti anni sono riusciti a costruire una loro personalità e una loro piena coscienza di sè.
Da quattro mesi cercavano di essere ricevuti dai politici responsabili del settore, e per ottenere questo appuntamento si è dovuti scendere in piazza portando anche le persone su una carrozzella.
Una giornata importante e piena di significato per una lotta giusta e sacrosanta accanto a persone mitiche dell'associazionismo reggino.

Nessun commento: