30 giugno, 2006

CHE PENA!

Evidentemente era destino che finisse male.Che volassero gli stracci tra i ragazzi di Locri.Che, addirittura si passasse alle querele tra esponenti di quella società civile che lotta insieme contro la ndragheta, almeno in teoria.Perchè poi in pratica la sovraesposizione mediatica, l'abbuffata di elogi cambiano tutto.A voler essere cattivi sembra che tutti vogliano l'esclusiva dell'antimafia, in Calabria.E più che lavorare nella stressa direzione c'è il rischio che ci si pesti i piedi.Rischiando di far naufragare l'esperienza migliore emersa dal delitto Fortugno.
L'unica che aveva bucato il video, se non altro.
Ma non era la ndrangheta il nemico da battere?

Riporto l'inizio e la fine di un lungo articolo apparso oggi su un quotidiano, sorvolando sul resto, poichè è solo uno spazio riempitivo.
Certo distinguo chi ha una lunga storia alle spalle di impegno e sacrificio e di dolore personale

Nessun commento: