30 giugno, 2006

La Calabria pretende serietà

La Calabria ha bisogno di persone serie, le quali si impegnino per la risoluzione dei suoi molteplici problemi.
Lasciando la stretta attualità giudiziaria, trovo offensivo per la mia intelligenza leggere alcune pagine di quotidiano.
Persone(ignoro i motivi o i meriti) godono di un diritto di tribuna non per proporre o portare all'evidenza problematiche di rilievo economico sociale, ma per fare comizi contro le più alte cariche istituzionali della regione.
Il lato comico della vicenda è che attori istituzionali trovino tempo e modo di occuparsi di questo piuttosto che dei problemi e delle questioni che interessano davvero il popolo Calabrese.
Molte volte la ricerca spasmodica dello scoop, porta a prendere delle cantonate colossali.
Creare un caso dove non ci sono nemmeno lontanamente le sembianze dimostra una povertà di idee disarmante, a meno che non si tratti di giochi di sponda per dare evidenza a persone in cerca di pubblicità.
Non faccio pure io lo stesso errore, auspico che si tralasci il folklore e ci si occupi seriamente dei problemi della nostra Regione.

Nessun commento: