20 ottobre, 2007

PRODI ADDIO!


E' di questi giorni la notizia di un disegno di legge che prevederebbe obblighi di registrazione per i blog e altre minchiate del genere.
Riflettevo sulla qualità dell'azione politica di soggetti che, con l' Italia che va a picco sotto tutti i punti di vista, si preoccupano di mettere a punto provvedimenti demenziali, inutili, non richiesti da nessuno.
Ci sono tante emergenze eppure queste cariatidi al governo si occupano di cazzate che con esse hanno a che fare poco o nulla.
E' questo segno di una scivolata del sistema verso il baratro con gente nei posti di comando, che non ha assolutamente idea di cosa fare o proporre.
E meno male che costoro avevano come slogan il ritorno della serità al governo.
Sinceramente sono sconcertato dalla incapacità manifesta di Romano Prodi, il quale è solo un poveraccio che si barcamena alla meno peggio non avendo alcuna statura morale per proporre un piano di riforme necessarie per il bene del paese, avendo tradito e rinnegato tutto quelo che andava sbandierando in campagna elettorale, ed essendo stato abbandonato da tutti coloro che avevano interesse a mandarlo alla guerra menre erano itnnti a sistemare le prorpie cose
Se avesse un pò di dignità dovrebbe rassegnare le dimissioni, a mio modesto avviso, e scomparire nell' ombra.
Il suo è treno è arrivato al capolinea da un pezzo.
L'unico che non se n'è accorto è proprio lui.

4 commenti:

POWERTRADE ha detto...

si è proprio arrivato, adesso torniamo a farci "rosolare" nella brace del gruppo industrialeinodoredim..fia di Sivio Berlusconi.Pensi che Casini non sia fatto della stessa pasta di pastella?leggi un po chi ha candidato insicilia,in calabria...devono andare via tutti, dobbiamo riscrivere le regole del gioco dopodichè "vinca il migliore". oppure possiamo continuare in eterno a farci prendere per il c...lo, coi "fasisti ed i comunisti" che non esistono più, ma i furboni ne conservano intatta la memoria per fregarci ad ogni tornata elettorale.

Gonzalo ha detto...

Si voleva mettere in atto le strategie massoniche in Italia...con serietà e non alla maniera italiana.
:D :D :D

Anonimo ha detto...

bravo vadalà: votiamo padre pio e salviamo l'italia.
natale bianchi

Anonimo ha detto...

c'è bisogno che il popolo inizi a prendere coscienza di sè
ormai la classica politica di qualsiasi colore sia è completamente inutile e insoddisfacente.
siamo in un clima di repressione dove anche i blog sono considerati sovverssivi. è di questi giorni la notizia dell'arresto dei 5 compagni anarchici colpevoli solo di criticare il governo.
dobbaimo far capire i politicanti che non li vogliamo. alle prossime elezioni che,forse, ci saranno presto armiamoci dell'arma del non voto e lasciamo che capiscano che il popolo non vuole più nessuno di loro.
domenico letizia
visita il mio blog:movimento fiamma libertaria