22 novembre, 2007

Ma perché non te ne stai a casa?


È da qualche tempo che il principino dei cetriolini sottolio pontifica sul "nuovo risorgimento" di cui secondo lui ha bisogno l'Italia.
Prima visita le future possibili clientele meridionali, specialmente in Calabria.

Poi l'incredibile faccia tosta della richiesta di rimborso (in fondo poi nemmeno così tanto: solo 260 milioni di euri!!) per i "danni morali" alla sua stra-maledettissima famiglia.

Infine l'esternazione sul suo necessario trasloco da Ginevra in Italia, "perché il mio cuore è italiano".


Emanuele Filibbè, ma pecché nun te ne stai comodo a' casa toja?!
PS: rimandiamo cordialmente a questo post, quantomai pregnante...

1 commento:

gianfalco ha detto...

I Savoia, la real cassa...