29 ottobre, 2009

Crotone- Il Corpo Forestale dello Stato denuncia una persona responsabile di vari reati.



DENUNCIATA DAL CORPO FORESTALE DELLO STATO UNA PERSONA PER FURTO INERTI, DETURPAMENTO DI BELEZZE NATURALI E VIOLAZIONE DELLA NORMATIVA URBANISTICO-EDILIZIA

SANTA SEVERINA-CASTELSILANO- Aveva prelevato abusivamente materiale inerte: denunciato il titolare di una ditta . Posti sotto sequestro un escavatore e il materiale inerte prelevato.
Il comando Stazione Forestale di Santa Severina congiuntamente al Comando Stazione CFS di Petilia Policastro, nel corso di alcuni controlli del territorio, atti a prevenire e reprimere reati vari in materia eco-ambientale, hanno proceduto a segnalare alla competente autorità giudiziaria il titolare di una ditta per la lavorazione e trasformazione inerti, identificata in m. m. di anni 33 di Rocca di Neto . Questi, senza avere acquisito le preventive autorizzazioni necessarie stava esercitando una attività estrattiva di inerti abusiva, interessando in particolare le località Campodenaro e San Tommaso, ricadenti rispettivamente nei territori di Santa Severina (KR) e Castelsilano.
All’atto dell’intervento degli investigatori del Corpo Forestale sono stati rinvenuti un escavatore e il materiale inerte prelevato, i quali, sono stati posti immediatamente sotto sequestro. Dai rilievi effettuati con l’ausilio delle apparecchiature GPS e applicativo SIM (sistema informativo della montagna) è stato possibile accertare che l’area oggetto dei prelievi abusivi è di proprietà demaniale.

Dagli accertamenti effettuati con supporti informatici in dotazione, è emerso che l’area oggetto dei prelievi di materiale inerte è ubicata lungo il corso del fiume Lese, in zona di proprietà demaniale, vincolata paesaggisticamente, ai sensi del Decreto Legislativo n° 42/2004 e Legge Regionale n° 23/90, in quanto situata nel corso del fiume Lese, incluso nell’elenco delle acqua pubbliche.-
Inoltre, la predetta area ricade in zona R4, a rischio inondazioni, prevista dal Piano per l’Assetto Idrogeologico (P.A.I.), della Regione Calabria ed in Zona di Protezione Speciale (Z.P.S.) e, pertanto, la realizzazione dei lavori rilevati, viola la legge quadro sulle aree protette, ai sensi di legge.- Da qui la denuncia scattata a carico di m.m. ed m.p., i quali in concorso tra loro,dovranno comparire innanzi alla autorità giudiziaria competente per:

Furto aggravato Violazione della normativa urbanistico-edilizia
Invasione di terreno
Deturpamento di bellezze naturali
Deviazione di acque e modificazione dello stato dei luoghi

20 ottobre, 2009

Ma perche' si agitano?....

Continuo a vedere gente che grida, si agita.
Per la strada, nel condominio dove abito. Urla, rumori, risate sguaiate.
O e’ un segno dell’andazzo dei tempi oppure viviamo in un mondo di sordi.
Accendi la televisione e assisti a scene simili costantemente e pervicacemente.
Forse in questa epoca tutti hanno paura di passare inosservati stretti nella morsa di una solitudine esistenziale infinita.
Si, perche’ una grande contraddizione dell’epoca della informazione globale e’ la solitudine dei singoli esseri umani incapaci ormai di entrare in sintonia con il proprio Io e alla costante ricerca di protesi emozionali.
Mi chiedo perche’ non ci si ferma a parlare, a godere della compagnia di chi ci sta vicino.
Non capisco perche’ non ci si goda la pace e la rilassatezza del Silenzio.
Un mondo che non sa stare in silenzio, che ha paura di fermarsi un attimo a riflettere e’ un nosense, la negazione della natura delle cose e delle persone.

19 ottobre, 2009

Alle radici del Blog. Aldo Pecora e il suo forum (2)


Tanti, compreso il sottoscritto, hanno detto le peggiori cose su questa persona ,il suo forum, il suo movimento.
Io stesso ho spesso parlato di un presunto agire volto a conseguire fini personalistici.
Dopo quattro anni mi sento di dire alcune cose.
A conti fatti l’unico che ha ottenuto dall’onda emotiva meno di cio’ che ci si sarebbe aspettati dopo tanto fare ed esporsi e’ stato proprio il Pecora. Non ha ottenuto scranni parlamentari o europei, non ha fatto carriera in alcun partito, non e’ stato nominato in alcuna posizione funzionale a fargli conseguire guadagni non giustificati.
Solo per fare un esempio la persona che mi fece conoscere Francesco Fortugno nel 2005 era un suo stretto collaboratore .Dopo la tragedia ha continuato a lavorare per i suoi scopi. Oggi e’ sul libro paga della Regione per una posizione per la quale so che non ha alcuna competenza. Obbligato a garantire la sua presenza un giorno alla settimana intaschera’ sessantacinque mila euro in diciotto mesi!.
A questo punto tutto il veleno che gente interessata a coltivare il proprio orticello ha gettato su Aldo Pecora dovrebbe essere restituito al mittente, penso.
Sicuramente potra’ avere commesso degli errori, ma tanti hanno sfruttato il suo operato per portare avanti la propria squallida parrocchia personale.
Personalmente, quattro anni dopo, non ho nessuna difficolta’ a dire di avere sbagliato a tranciare Aldo Pecora e a rammaricarmi per questo.

Gli riconosco coerenza, impegno, abnegazione e lo ringrazio per la perseveranza.
Il peggio della Calabria sta all’ombra dei riflettori, in una immonda lotta tra pescecani volta al perseguimento di denaro e potere.
Tenere accesi quei riflettori, nonostante tutto, e' un grande merito.
Grazie Aldo.

16 ottobre, 2009

Triggiano (BA) - La Parrocchia San Giuseppe Moscati organizza la nona Festa della Solidarieta' (Sagra du Minghiaridd)


Ciao amica, amico, fratello o sorella,

se sei una persona che ama la solidarietà e che ha fiducia almeno un po' nella mia persona, se ami il divertimento e la riflessione miscelate insieme, allora puoi venire e far venire le persone a te care alla festa in oggetto.

Ti descrivo di seguito un po' lo scopo ...



9^ Festa della Solidarietà

Parrocchia San Giuseppe Moscati – ANSPI – di Triggiano

Sabato 24 Ottobre 2009ore 20.00: “U Minghiaridd (cavatello) della Solidarietà”,

con Gaben Dabirè, cantautore del Burkina Faso, gli sbandieratori aquilani,

Antonella Genca, Umberto Sardella e Piero De Lucia dei Mudù

la Bandita officina del Ritmo,

e Sal Da Vinci





Il sottoscritto, sac. De Pascale Salvatore, in qualità di parroco e di responsabile dell’evento in oggetto è lieto di informare la S.V. Ill.ma della manifestazione, come già fatto puntualmente negli anni scorsi.

Come si evince dal titolo tale Festa ha assunto ormai da qualche anno un carattere di forte connotazione solidaristica. L’anno scorso sono stati devoluti più di Euro 10.000 per Koumì (Burkina Faso) soldi devoluti per le attrezzature della scuola e della maternità nel villaggio di Koumì (ma precedentemente abbiamo approntato due pozzi e un mulino per la macinazione del miglio) e contribuito alla costruzione del “Giardino della Pace” a Mammuras, in Albania.

Ovviamente queste sono solo piccole gocce in un oceano di bisogni che hanno questi amici con i quali abbiamo instaurato un gemellaggio che va avanti ormai da sette anni e con i quali sono anche avvenuti degli scambi di visite reciproche.

L’indotto di persone che assistono a tale manifestazione è giunto a circa 5.000, e si svolge nel grande Viale Gramsci antistante la Parrocchia stessa.

Per lanciare questo forte messaggio abbiamo invitato negli anni addietro personaggi famosi come Emilio Solfrizzi, Mario Rosini, Uccio De Santis, Michele Mirabella, Ettore Bassi, Orchestra Casadei, Gianni Ciardo e altri.

Quest’anno la solidarietà sarà segnata dalla tragedia del 6 Aprile scorso e quindi, oltre al gemellaggio succitato, una parte del ricavato sarà devoluta al quartiere San Giacomo dell’Aquila con il quale personalmente abbiamo intrapreso un contato di amicizia e di scambi di aiuti.

Potete immaginare le difficoltà e lo sforzo che ogni anno i membri della comunità parrocchiale affrontano con tanto entusiasmo grazie anche all’aiuto delle altre Parrocchie, delle Associazioni di Volontariato e cooperative sociali che operano su tutto il territorio di Triggiano.

I gazebo che si allestiscono per la vendita dei cavatelli, preparati in tutti i modi e in tutte le salse, sono circa 20, per un quantitativo di circa 10 quintali.

L’avventura si fa ogni anno sempre più affascinante e il sogno richiede di essere condiviso da più persone (quest’estate sono andato con 23 ragazzi in Burkina …)

A nome della comunità Parrocchiale di San Giuseppe Moscati Vi chiedo cari amici “di sognare con noi per il bene degli ultimi della terra”.



Grazie

don Salvatore De Pascale



P.S.: Mio recapito telefonico 347/8144118; mia e-mail: donsalva@vodafone.it


Parrocchia San Giuseppe Moscati In San Lorenzo


70019 Triggiano (BA) - Viale Gramsci Antonio

Informazioni utili


tel. 080 4622622

sito internet

Come raggiungerla

Dalla SS. 16: direzione Brindisi, uscita S. Giorgio - Triggiano, tenere la destra e seguire per triggiano. Sorpassato il centro commerciale "Bari blu" proseguire diritto, alla prima rotatoria svoltare subito a destra per "Q.re San Lorenzo", percorrere tutta la strada fino all'incrocio e svoltare a destra e successivamente di nuovo a destra, proseguire la strada "Via G. Fortunato" ed alla prima di nuovo a destra e vi ritroverete in "Via A. Gramsci".



Dalla SS. 100: direzione Taranto, uscita Triggiano proseguire per il centro e seguire le indicazioni per "Ospedale", giunti all'ospedale percorrere tutta la rotatoria e svoltare a destra all'ultima uscita, vi ritroverete su "Via A. Gramsci"



15 ottobre, 2009

Malcesine (VR) - Grande successo per "Adrenalina 2009"



A Malcesine, con lo splendido scenario del lago di Garda come sfondo,
epilogo di Adrenalina 2009, manifestazione di acrobazia in parapendio che ha
riservato a pubblico e partecipanti due giorni di forti emozioni.
Qualche apprensione, invece, tra gli organizzatori del Paragliding Club
Malcesine per le incerte condizioni meteo, fattore basilare per il volo in
parapendio o deltaplano, mezzi che affrontano l'aria senza ausilio del
motore. Sabato 10 ottobre il decollo, posto sul Monte Baldo a 1730 m, è rimasto tra
le nuvole tutto il giorno, impedendo qualunque tentativo di volo, causa
visibilità nulla. Solo verso sera due piloti tedeschi, approfittando di una
momentanea schiarita, si sono esibiti in voli d'acrobazia con tuffo
conclusivo nel lago.
Il giorno dopo soffiava il Pelèr, forte vento da nord, che ha tenuto i
partecipanti a terra tutta la mattinata. Cessato verso mezzogiorno, 50
piloti hanno finalmente disputato la gara di precisione in atterraggio,
vinta da Roberto La Fauci di Riva del Garda (Trento), seguito da Luca
Tanganelli di Pistoia e da Giorgio Righi (Riva del Garda).
Da 800-1000 m in verticale sul lago, venticinque piloti si sono dati
battaglia nell'esibizione acrobatica a suon di volteggi mozzafiato e sfoggio
di figure altamente spettacolari, seguiti dal pubblico assiepato lungo le
sponde in località Morettine.
Coronavano la manifestazione voli con tute alari, lanci di paracadutisti,
voli turistici in elicottero, volo in paramotore, stand espositivi ed altro
ancora. Il tutto è stato oggetto delle riprese di Sky Sport per il programma
Ikarus.
Ad archiviare Adrenalina 2009 ci ha pensato l'assessore provinciale allo
sport Ruggero Pozzani, libratosi per la prima volta in volo con parapendio
biposto, prudentemente condotto dall'istruttore Fabio Carfioli.
Adrenalina ha sempre un sapore particolare. E' un pezzo di storia del volo
libero italiano che tornerà nel 2010 con una formula innovativa ed ancora
più accattivante.




Gustavo Vitali - Ufficio Stampa FIVL - Federazione Italiana Volo Libero

http://www.fivl.it/ - vitali.stampa (AT) fivl.it - 335 5852431

skype: gustavo.vitali

per ulteriori informazioni su ADRENALINA 2009 contattare


Claudio Chiarani - 339 5245980 - claudio.chiarani (AT) gardatrentino.com

http://www.acrogarda.com/ - http://www.paraglidingmalcesine.it/

13 ottobre, 2009

Crotone - il CFS denuncia cinque persone

Crotone, 13/09/2009 - Nei giorni scorsi il Comando Stazione Forestale di Petilia Policastro nell’ambito di alcuni servizi di controllo del territorio, e precisamente in località Camino, nel comune di Petilia Policastro, ha proceduto a segnalare all’ autorità giudiziaria competente, una persona identificata in L.V.C. di Mesoraca di anni 53, per costruzione abusiva.
Inoltre gli stessi agenti del CFS, nel corso dei vari controlli eseguiti, hanno proceduto a denunciare per smaltimento illecito di rifiuti speciali F.C. di Crotone di anni 56, il quale ha smaltito, nei cassonetti destinati alla raccolta dei rifiuti urbani, delle onduline di catrame, colmandone sei compresi quelli per la raccolta differenziata di carta e vetro.

Mentre il Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale del Comando Provinciale in località Bisciglietto del comune di Scandale ha denunciato, tre persone: V.G. di Scandale di anni 36, G.A. di Scandale di anni 40 e B.F. di Crotone di anni 41. I primi due dovranno rispondere per violazione della normativa urbanistico-edilizia e deturpamento di bellezze naturali, mentre, il terzo dovrà rispondere di abuso d’ufficio.
Per quanto sopra lo stesso Nipaf ha proceduto al sequestro del manufatto abusivo realizzato
Il Corpo forestale dello Stato invita i cittadini a segnalare eventuali abusi al numero verde 1515.
.

08 ottobre, 2009

Ragionamento e buonsenso: i dispersi della politica italiana

Un tempo il tifo, i cori, le urla erano il folkloristico contesto di una partita di calcio.
Oggi sono gli unici ingredienti che caratterizzano l’attivita “politica”( le virgolette sono d’obbligo) del nostro Paese.
Non c’e’ piu’ spazio per il ragionamento, l’approfondimento, la cura del benessere della comunita’, se e’ vero, ad esempio, che non si realizzano politiche di prevenzione allo scopo di prevenire disastri e salvare vite umane, pur esistendo studi tecnici completi, i quali prevedono decenni prima quello che poi effettivamente accade nella realta’
Si urla, si sbraita solo per cercare visibilita’ oppure dare una veste istituzionale a posizioni e interessi privati del proprio capo.
Il risultato e’ un Paese non governato, il quale vede incancrenirsi anno dopo anno le sue tare strutturali a tutti i livelli e in tutti i settori.
La grave crisi economica dell’ultimo anno avrebbe dovuto suggerire a chi ha responsabilita’ di governo buonsenso, pacatezza e un minimo di collaborazione con l’opposizione; si e’ dato luogo , al contrario, a uno spettacolo indegno di una nazione civile, poiche’ l’unica agenda che ha il partito di maggioranza e’ data dai problemi del suo capo e dalle urla che i suoi sottoposti devono produrre per difendere le sue posizioni.
L’opposizione non e’ molto migliore, in verita’. Ci sono quelli che urlano di piu’ e peggio di quelli della maggioranza, ci sono quelli che curano i loro affari e le loro clientele con effetti devastanti in termini di legalita’ nelle regioni meridionali.
Esistono altre Italie?.. esiste spazio e persone per i progetti, lo studio dei problemi, la ricerca di soluzioni razionali e di lungo periodo?
Io penso di si ed e’ a quelle che guardero’ con fiducia sperando che i miei concittadini, come me, si siano stancati di fare i tifosi inerti di gente senza scrupoli, inetta per diventare cittadini attivi e critici dell’attivita’ di coloro i quali in loro nome sono chiamati a governare il loro destino.


01 ottobre, 2009

Nota di fine giornata.....

Noto con rammarico in verita’, ancora silenzio in merito al problema dell’inquinamento in Calabria.
Non ne parla il Presidente del Consiglio, non ne parla il Presidente della Repubblica,il Parlamento ne’ sembra che la questione possa interessare i media se e’ vero che i vari programmi di approfondimento evitano di affrontare il tema
I parlamentari calabresi sembrano ispirare la loro azione a linee diverse da quello dell’interesse della popolazione che rappresentano, se e’ vero che nessuno si sia impegnato a fare nessun atto per sollecitare interventi o attenzione da parte delle istituzioni.
La popolazione calabrese deve, evidentemente, piangere i propri morti, curare i propri malati di tumore in silenzio senza che si sappia cosa causi questa esplosione di casi in una terra, apparentemente, caratterizzata da una natura selvaggia e incontaminata.
Viene da chiedersi, anche, cosa facciano i vari corpi di polizia se e’ possibile che si affondino navi, si interrino rifiuti tossici, senza che nessuno si accorga di niente…boh…sono pensieri che a volte mi prendono cosi sul momento sentendo le varie notizie….
In un altro Paese ci sarebbe un profondo moto di indignazione nazionale che pretenderebbe di sapere la verita', qui invece....niente!